iTrader: quali sono le opinioni di chi lo utilizza? Le recensioni della redazione

Può capire a volte che alcune buone occasioni vengano perse solamente perché, nella scelta di un buon broker, ci si limita solamente a quelli più conosciuti. Ma il fatto che un broker sia più conosciuto non vuol dire necessariamente che sia migliore, ed allo stesso modo non vuol dire che un broker meno noto non possa essere una buona “spalla” per tradare. Forse questa definizione può sembrare un tantino inappropriata in questo contesto, ma in realtà un intermediario finanziario è un vero e proprio partner con il quale dobbiamo instaurare un buon rapporto di lavoro. Molto spesso questa scelta non viene presa con troppa serietà, ma una buona selezione del broker è un passo importantissimo.

Itrader è nato nel 2010, e nel tempo ha concentrato i suoi servizi sul trading Forex, Spread Betting, nonché nella compravendita di azioni. Ad oggi, possiamo considerarlo un broker globale, e la sua sede centrale è a Cipro.

Comprare e vendere iTrader

 CasinoAvantagesBonusJouer
  • MIGLIOR servizio clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Oltre 1.700 giochi
Pacchetto di benvenuto 900 €
+50 giri gratuiti
🎰 Visita il casinò
  • MIGLIOR servizio clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Promozioni uniche
Bonus del 100% fino a € 100
Bonus del lunedì
🏅Riproduci ora
  • MIGLIOR servizio clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7
  • Programma VIP
100% fino a € 250
+ 20 giri gratuiti
🎰 Gioca LIVE

iTrader è uno dei pochissimi broker che possiamo anche comprare o vendere. Sì, avete capito bene, questo intermediario è effettivamente quotato presso un indice di borsa, e possiamo acquistarne o vendere le azioni. Andiamo adesso ad elencare alcune caratteristiche di questo broker, sperando che, ovviamente, ci si ricordi che ogni intermediario finanziario presenta dei pro e dei contro.

La Cysec

Partiamo da un particolare che non ci fa impazzire: la Cysec. Questo ente di regolamentazione ha sede a Cipro, paese che negli anni è diventato casa di molti broker di dubbia serietà. Sebbene Cipro ospiti anche il quartiere generale di moltissimi intermediari finanziari seri, tendiamo a preferire i broker che operino sotto l’occhio vigile di altri enti di regolamentazione.

Il deposito minimo

La “quota” minima da versare è di soli 200 dollari. Un parametro che rientra perfettamente nella media se paragonato con la concorrenza, e che in ogni caso risulta decisamente accessibile. Questo piccolo deposito richiesto, comunque, non sembra aver incentivato moltissimi trader. Vi sono moltissimi operatori finanziari che possono vantare un’utenza di milioni di utenti. O meglio, ve ne sono sicuramente alcuni, ma sono decine quelli che annoverano centinaia di migliaia di utenti. Di contro, iTrader ha un’utenza inferiore alle 15,000 unità. Un dato che lascia piuttosto interdetti, poiché vorrebbe dire una media di circa 1,500 nuovi clienti l’anno. Di solito, i broker più affidabili hanno dei numeri decisamente maggiori.

La sicurezza

iTrader appare comunque essere un broker sicuro, almeno per quanto riguarda il deposito dei vostri fondi. Itrader collabora con delle banche di fascia Tier-1, il golden standard per quanto riguarda la solidità degli istituti bancari. Detto questo, è bene ricordare che ogni singolo euro investito è comunque a rischio. In questo senso, è sempre bene presentarsi sui mercati con una certa dose di preparazione alle spalle. Aprite un conto demo, sperimentate, fate esperienza con diversi tipi di operatività.

Conclusione

Speriamo di avervi dato le informazioni che cercavate. In ogni caso, ci teniamo a precisare che non vogliamo in alcun modo propiziare la vostra scelta, né in un verso né nell’altro. Conducete le vostre indagini, raccogliete informazioni, cercate di attingere a più fonti, e solo a quel punto prendete una decisione.

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *